THE STAGE OF CHANGE MODEL

 

“THE STAGE OF CHANGE MODEL”: gli stadi comportamentali 

Si tratta di un modello in cui vengono suddivisi i vari stadi del cambiamento comportamentale di una persona e posso essere applicati in qualsiasi situazione della vita. Provate a riconoscervi e analizzare in che stadio siete e in che modo potete uscirne per raggiungere l’ “ultimo” stadio ovvero quello della costanza, benessere e consapevolezza.

 

Questi stadi si dividono in 5 :

 

  • Precontemplation : pre contemplazione
  • Contemplation : contemplazione 
  • Preparation : preparazione 
  • Action : azione 
  • Maintenance : mantenimento o costanza 

 

Iniziamo ad analizzare il primo stadio :

1 PRECONTEMPLATION 

In questo stadio le persone non sono consapevoli del loro comportamento e non vedono nessun tipo di problema nel loro atteggiamento.Provate ora ad applicare questo caso pensando al cibo, all’allenamento o al benessere in generale. Nel primo stadio ci saranno persone che anche se sono grasse, magre, o con semplicemente abitudini alimentari sbagliate che le possono portare gravi ripercussioni o patologie non riescono e non vogliono rendersene conto. Sono in una fase di rifiuto, vedono più contro che pro nel iniziare un cambiamento. 

Che cosa fare dunque se vi trovate in questa fase?

 Inziate a prendere consapevolezza del vostro stato, analizzatevi e poi quando sarete coscienti del problema scrivete una lista dei pro e contro Prendere consapevolezza del problema e già un grande passo verso il prossimo stadio.

Descrivi come le tue cattivi abitudini condizionano le tue giornate

Pensi che il tuo comportamento possa influenzare anche altre persone nella tua vita ?

Hai intenzione di cambiare ? 

 

 

2 CONTEMPLATION: 

In questa fase le persone sono quasi pronte a fare un cambiamento. Vedono i pro e i contro allo stesso livello, questa è una delle fasi più difficili da sorpassare perché è proprio qui che si può dare la svolta. In questo stadio dicevamo si è consapevoli del proprio comportamento, delle proprie abitudini sbagliate ma non si riesce o si ha paura di affrontarle. In che modo ci si può autoanalizzare?

Provate a chiedervi queste domande :

In che modo la mia vita potrebbe migliorare se inizio a cambiare abitudini ?

In che modo ti vedresti diverso in meglio ?

Pensate ai cambiamenti nel passato che hanno reso la vostra vita più felice, dei cambiamenti positivi e ricordate quei momenti per poterli applicare anche questa volta.

Se sei riuscito a cambiare a raggiungere dei risultati nel passato perché non dovresti farcela anche questa volta ?

 

3 PREPARATION

In questa fase le persone oltre ad essere consapevoli del proprio comportamento sono pronti a cambiare e a mettersi in gioco, vedono piu pro che contro. Si inizia la fase verso il cambiamento con piccoli step ma di solito al primo ostacolo si torna di nuovo nella fase precedente. Per riuscire a motivarci cosa possiamo fare ?

Provate a chiedervi :

Posso imparare dai miei fallimenti?

Fallire significa che non potrai più riprovarci ?

Se fallisci ora significa che fallirai per sempre?

 

4 ACTION 

In questa fase le persone stanno facendo dei piccoli passi costanti per riuscire a cambiare le proprie abitudini per più di sei mesi. I pro ormai sono molto piu dei contro. Si è costanti e motivati perché si riescono a vedere i primi risultati. Anche questa fase è  molto importante perché è difficile essere costanti nel tempo. Quando una persona inizia a vedere i risultati inizia anche a rilassarsi e a concedersi degli sgarri che lo possono portare a retrocedere nelle fasi precedenti. Tenersi motivati è la chiave verso il successo

Chiedetevi :

Cosa mi ha portato di bello aver ottenuto questi risultati ?

Come ti senti ora che stai riuscendo a portare a termine i tuoi obiettivi?

Quando ti guardi allo specchio ti piaci?

 

5 MAINTANANCE 

Ultima fase, si è  riusciti a mantenere le nuove abitudini per piu di sei mesi. Si è piu consapevoli e felici dei risultati ottenuti. Non si parlerà piu di sacrificio ma diventerà uno stile di vita. Si riscopre se stessi e la felicità di avere portato a termine nuovi obiettivi. Questa fase deve essere mantenuta con costanza ponendosi sempre dei nuovi microobiettivi per non perdere la concentrazione e tornare alle vecchie abitudini che non ci facevano stare bene. Non lasciatevi sopraffare dallo stress o da giorni negativi guardate quanta strada siete riuscite a fare da soli e quanta ancora ne avete davanti. Siate fiere di voi stesse perché i sacrifici ripagano sempre. 

 

Perché ho voluto parlarvi di questi stage of change ? Perché ognuna di noi si può riconoscere in uno di essi nella vita. Provate a ragionare e ad essere oneste con voi stesse potrebbe veramente aiutarvi e portarvi qualcosa di buono. A me ha aiutato tanto e sono più consapevole dei miei atteggiamenti ora spero possa aiutare anche voi.

Lascia un commento